Home I contenuti Blog Prevenire è meglio che ... sperare
Prevenire è meglio che ... sperare PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   
Lunedì 07 Marzo 2011 22:10
Nella settimana appena trascorsa le intemperie hanno funestato gran parte del centro Italia, colpendo sia le zone costiere che quelle collinari e causando danni alla rete viaria ed a quella idrica così come a numerose abitazioni, aziende ed edifici pubblici. La provincia di Teramo è stata, come noto, largamente interessata dalle notevoli precipitazioni con il conseguente ingrossamento dei corsi d’acqua.
 
In questo contesto pressoché catastrofico, la nostra Città potrebbe quasi essere vista come “un’oasi nel deserto”: sì perché, in fondo, nel nostro animo, di fronte ad  avvenimenti simili, accaduti soltanto a pochi chilometri da noi, non può che serpeggiare una sensazione di sollievo mista a tristezza. Possiamo affermare che Martinsicuro è stata risparmiata dall’eccezionale ondata di maltempo di inizio Marzo; ma, nonostante ciò, dobbiamo chiederci se sia il caso di attendere con totale inerzia il corso degli eventi e sperare che questi non ci travolgano, come purtroppo è stato per altre persone meno fortunate, o adoperarci affinché in tali situazioni l’impatto sia attutito il più possibile.
 

E’ infatti per gran parte merito della fortuna e della conformazione dell’ambiente se oggi non partecipiamo attivamente alla conta dei danni, ma è anche vero che il mare ha nuovamente messo in mostra quello di cui può essere capace
 
Rivolgere l’attenzione verso la nostra costa è doveroso e non occorre che se ne rimarchino ulteriormente i motivi, alla luce della notevole rilevanza che ultimamente ha avuto l’adozione della variante al Piano Spiaggia; il margine di sicurezza nei confronti del mare che avanza si assottiglia sempre di più ad ogni nuova mareggiata. Gli operatori turistici, in particolare, non hanno altra scelta se non quella di appellarsi alla Divina Provvidenza. Nei giorni scorsi, l’argomento che ha tenuto banco nelle discussioni dei cittadini è stato proprio questo.
 
Ed allora perché non pensarci prima? A prescindere dall’impossibilità di prevedere quando, dove e in che modo una mareggiata possa colpire, perché non adottare misure che possano aiutare a limitarne l’impatto, come, solo a titolo di esempio, rinforzare le scogliere? Perché non convogliare, sempre ipoteticamente, le risorse del ripascimento morbido (222.800 Euro solo per limitarci all’estate del 2010), da cui altro non si ottiene se non concedere al mare nuovi metri cubi di sabbia da inghiottire, verso questo progetto? E comunque, perché non fare nulla
 
Ma, probabilmente, quanto sopra deriva dal fatto che il disfattismo è una malattia davvero difficile da curare. Forse l’unica soluzione sarà quella di mostrare che nella nostra Città le cose non vanno, per forza, “come devono andare”.
 
P. S. A proposito: per la rimozione dei detriti dalla spiaggia e dalla zona Porto consigliamo fermamente di non procedere come negli anni passati (lavori di somma urgenza con assegnazione ad imprese di fiducia). Sarebbe particolarmente deleterio.
 
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna

Autenticazione

Non è necessaria l'autenticazione per inserire i commenti alle pubblicazioni!



Cerca nel sito

Ultimi commenti

Blog casuale

Bilancio ... posticipato
Lo Statuto Comunale, al punto 6. dell’articolo 71, stabilisce che il Comune si adopera per organizzare una conferenza ordinaria annuale congiunta con le Associazioni, in preparazione alla sessione di bilancio che dovrà essere impostata sulla priorità dei bisogni con particolare attenzione alle fasce più deboli; al punto 7, inoltre, garantisce la partecipazione della comunità ripartita in quartieri durante le fasi dell’elaborazione, della definizione e della programmazione degli investimenti e del Bilancio annuale.

Città Attiva ha incardinato il proprio programma elettorale, oltre che sulla sicurezza del cittadino, anche sull’adozione dello strumento del bilancio che implicasse la più ampia partecipazione della collettività alle scelte di indirizzo. Questo concetto, ripreso in maniera chiara nelle nostre osservazioni alle Linee Programmatiche di Mandato presentate il 5 Novembre 2007, è stato ribadito con forza nella seduta consiliare del 10 Aprile 2008, in cui è stato approvato il bilancio di previsione dello scorso anno.
Leggi tutto...

www.martinsicurocittattiva.it

Logo associazione Città Attiva Il sito internet dell'Associazione Città Attiva del Comune di Martinsicuro
"E' bello vivere per il proprio paese, ma è ancora più bello aiutare il proprio paese a vivere" J.F.Kennedy
Associazione Città Attiva - Sede in MARTINSICURO (TE), Via Venezia 27
web:http://www.martinsicurocittattiva.it email:direttivo@martinsicurocittattiva.it sms:3276190017

Visitatori on-line

 28 visitatori online